Read The Farm in your language!/Leggi La Fattoria nella tua lingua!

Cronache da Altroquando

venerdì 5 giugno 2009

Will Elliott - La città dei clown - 2009 (I 2007)


Will era un poveraccio. Un pezzente che sognava di diventare uno scrittore.
Una storia semplice. Banale.
Robe che non si sentono più, quando mai.
Poi ci è riuscito, però. E' diventato ricco.
E così, giù applausi. Chè ai finali lieti non ci siamo mai abituati del tutto.
Vive in Australia, ma i canguri non c'entrano.
C'entrano i pagliacci invece.
Sarà che gli è sempre piaciuto King.
Ma i suoi pagliacci fanno più paura, almeno quanto noi.
Non vivono nelle fogne infatti. Vivono in una dimensione parallela. Ma reale. Molto reale.
I suoi pagliacci sono dei delinquenti spietati. Sono la metà oscura sua e nostra.
Sono pazzi, soprattutto. Pazzi furiosi.
Basta un piccolo particolare, un dettaglio, nella vita di Jamie, ventenne, protagonista del romanzo, e la sua giornata di merda iniziata male finirà peggio.
Jamie è un ragazzo in gamba, un pò sfigato, lavora e abita con una manica di coglioni suoi coetanei.
Poi resta a piedi e vede quei cazzo di clown. Poi trova un sacchetto e lo porta a casa.
Poi la casa gliela distruggono. Poi lo minacciano, a lui e al suo amico.
Tre giorni. Tre giorni per farli ridere. O son cazzi amari.
A chi? Ai clown naturalmente. JJ e gli altri.
E quando ti dipingi di bianco, quando diventi un pagliaccio come loro, tutto cambia.
Alter ego. Carogne. Nasi rossi. Deliri. Pestaggi. Mostri strani. Oniricità.
E se il fascino diabolico, inquietante malefico dei pagliacci, che ai bambini fanno paura, mica ridere, sta alla base del romanzo in una nuova rappresentazione, il succo non è tutto lì.
Diffile spiegare il resto. Difficile farlo senza rovinarvi uno dei più bei romanzi dell'anno.
Vi basti sapere che l'Indipendent l'ha definito un affascinante incrocio tra David Lynch e Chuck Palahniuk. Vi bastino i nomi di Lovecraft e Barker.
"E' un'investigazione, dunque, sul cuore oscuro e schizofrenico che batte in ciascuno di noi? E' la metafora spietata di una società in cui spettacolo, lotta per la sopravvivenza, carrierismo e disperazione individuale si fondono per creare quel reality show da incubo che è la nostra esistenza quotidiana?
E' una pagliacciata, di sicuro."


ON AIR: The Cure - A forest

Keywords: will elliott la città dei clown recensione 2009 mondadori strade blu prima edizione australia 2007 migliori libri 2009 the observer the indipendent lovecraft lynch palahniuk king barker coulrofobia fobia dei clown

4 commenti:

Anonimo ha detto...

ciao complimenti per il sito, ho letto un pò!ci sno arrivata cercando shining+freud e siete saltati fuori ciao a presto aspetto nuove emoz/recensioni di film :)

La Fattoria ha detto...

Grazie mille cara. E grazie per il commento. Fa piacere sentire che ci siete. Perchè lo sappiamo che ci siete. Torna a trovarci.

magenta ha detto...

Ecco come al solito mi freghi i libri prima di leggerli e poi ti fai figo alle mie spalle!!!!! Ufff!!!!! L'ho trovato io in un angolo nascosto della libreria.... Se non era per me..... Ciao bella gente!!!!

La Fattoria ha detto...

Ah ah ah!!! Mò non te lo ridò nemmeno.